Partecipazione a Progetti Innovativi e Strategici

L'importanza dell'appartenenza alla rete CLARIN-ERIC e la sua rilevanza per la comunità di ricerca italiana delle Scienze Umane e Sociali si è tradotta nella partecipazione dell'Italia e del CNR ai partenariati di grandi progetti infrastrutturali europei e di progetti regionali.
 
Progetti Infrastrutturali Europei
ELEXIS LogoELEXIS - European Lexicographic Infrastructure
(H2020-INFRAIA-2016-2017, Grant Agreement No. 731015, 01/02/2018-31/01/2022)
Coniuga i settori delle Tecnologie Linguistiche, delle Digital Humanities e della Lessicografia Computazionale.
 
SSHOC - LogoSSHOC - Social Sciences & Humanities Open Cloud
(H2020-INFRAEOSC-2018-2, Grant Agreement No. 823782, 01/01/2019-30/04/2022)
Mira ad integrare le varie infrastrutture del settore delle Scenze Sociali in un unico ambiente virtuale per favorire ricerche di alta qualità e realizzare la visione dell’Open Science Cloud nel settore delle Scienze Sociali.
 
TRIPLE - LogoTRIPLE - Transforming Research through Innovative Practices for Linked interdisciplinary Exploration
(H2020-INFRAEOSC-2019-1, Grant Agreement No. 863420, 01/10/2019-31/03/2023)
È stato concepito per la creazione di un ambiente integrato di strumenti innovativi e servizi avanzati per le Scienze Umane e Sociali.
 
Progetti Regionali
Archivio ViVo - Logo
Archivio Vi.Vo. - Conservazione e Diffusione degli Archivi Orali e Audiovisivi
(Regione Toscana, PRS 2016-2020, CUP B54I19003460002, 06/08/2019-30/11/2021)
Mira a costituire uno studio pilota nell'ambito di CLARIN-IT per sperimentare metodi ed offrire servizi alle discipline interessate alle fonti orali.
 
 
 
 
Tali progetti, che si estendono dal 2018 al 2023, vedono una massiccia presenza di consorzi nazionali CLARIN e di consorzi nazionali di altre infrastrutture del settore e garantiscono la sostenibilità di CLARIN-IT negli anni futuri.
Parte delle attività svolte e dei risultati ottenuti nell'ambito di CLARIN-IT, inoltre, sono proprio frutto delle sinergie con tali progetti.
Si verifica dunque un circolo virtuoso: da una lato, CLARIN-IT esercita attrattività di fondi e capacità di autofinanziamento; dall'altro lato, il coinvolgimento in progetti innovativi e strategici deriva proprio dall'appartenenza dell'Italia e del CNR alla rete CLARIN-ERIC.